Dopo aver preso il diploma con European Bartender School a Phuket, quasi due anni fa, ho avuto la straordinaria opportunità di lavorare in tanti posti diversi, preparando e servendo bicchieroni di felicità a tanta gente assetata. Non avevo avuto nessuna esperienza nel settore del bartending , prima di aver frequentato il corso con EBS, ma poi mi sono ritrovata a shakerare cocktail in diversi locali vicino Turku. Ho imparato tutto ciò che dovevo sapere riguardo questo settore – grazie ad EBS – ed in poco tempo ero già pronta per entrare a far parte della più grande tribù di Turku…i bartender!

Fatica e sudore, mentre si lavora, ma anche tanto divertimento
Il mio primo impiego, come bartender, è stato per un’agenzia per il lavoro; ho sperimentato diversi tipi di mansioni, spesso in un hotel con spa Caribia. Lì si organizzavano diversi eventi, dai festival di samba agli spettacoli di cabaret. Una volta, il Caribia, è stato la location di un gigantesco rave-party in piscina, che si è meritato anche qualche articolo di giornale, perchè alla fine si è trasformato in una mega festa con tanto alcol, ma anche nudismo e altre sostanze.

Il concetto di sudore prende un nuovo significato, dopo che stai lavorando per 13 ore in un umidissimo Bar dei pirati, vicino a piscine roventi, circondata da migliaia di fanatici di musica tecno allo stato più selvaggio. Tutto sommato è stato divertente , anche se abbiamo ricevuto delle mance piuttosto ridicole, considerando che i clienti dovevano scambiare i loro soldi con delle ” monete piratesche “. Forse non avevano ben capito il valore delle monete, e quindi davano via le mance, probabilmente senza rendersi conto che erano più di quanto avevano intenzione di lasciarci. Non c’ è da tanto da lamentarsi alla fine…

Comunque, anche se dovevo lavorare ad eventi di tipo diverso ogni sera, sono riuscita ad adeguarmi velocemente. Per fortuna, ho avuto modo di imparare dai migliori, infatti avevo già fatto diversi turni nelle feste in piscina organizzate da EBS. Agli eventi, in cui ho lavorato, normalmente avevamo a disposizione una serie limitata di alcolici, ma – grazie all’esperienza con EBS – avevamo già imparato i diversi gusti di ogni alcolico, così è stato più semplice riuscire a sostituire un alcolico con un altro, quando era necessario.

hotel bors working

Chiacchiere e gossip, quando sei una bartender al Börs
Il mio primo impiego a tempo pieno è stato in un bar nella hall di un trafficato hotel, frequentato da gente d’affari, chiamato the Börs. I clienti, in un tipo di ambiente così internazionale, possono essere esigenti, ma io sapevo abbastanza bene ciò che facevo; quale whisky era più affumato e quale liquore aveva il gusto di anice ed ovviamente anche molto altro. Ancora una volta, ennesimo inchino per il mio corso di 4 settimane… ;-)

Mentre lavoravo al Börs, ho imparato anche “l’arte della chiacchiera”. Come saprete, noi finlandesi non abbiamo l’usanza di chiacchierare…se qualcuno parla con un’estraneo sull’autobus può essere già etichettato come uno “stravagante”. Certo! Quando ci ritroviamo a fare la sauna tutti assieme nudi ( ebbene si, facciamo la sauna nudi con estranei, ma di solito non ci rivolgiamo la parola), alcuni individui più intraprendenti del normale , possono anche azzardare e chiedere a qualcuno di aumentare la temperatura. Ma si va già oltre la norma.

E quindi potrete immaginare che io, con questo grave deficit, ho dovuto davvero impegnarmi per imparare a chiacchierare. E mentre tutte le conversazioni iniziavano un pò a stento ( “Ehi, sapevi che nel Daiquiri originale di Hemingway non c’è lo zucchero? No? Si …ma solo perchè era diabetico! Ehm Non ti interessa? Ah ok , capisco…) ho iniziato a dare delle occhiate veloci , imparando a distinguere chi voleva essere lasciato da solo e chi , invece, era in cerca di 4 chiacchere. Tra l’altro, ricordate di non interrompere mai un finlandese, impegnato a contemplare qualcosa dalla finestra, con l’accenno di una conversazione. Potreste azzerare la vostra eventuale mancia, senza capire il perchè!

Versare a mano libera e velocemente!!
Dopo il Börs, ho iniziato a lavorare in un nightclub chiamato “The Showroom”. Avevo già fatto qualche turno saltuario nei club nei dintorni di Turku, ma lo Showroom è stato il mio primo vero impiego in una discoteca. Lavorare in un locale così affollato è completamente diverso dai turni nei bar delle hall di un hotel. Dovevo a tutti i costi essere più rapida. Ed è questo il punto, in cui il training Ebs mi ha dato una marcia in più, infatti ero già pronta per far lavorare entrambe le mani contemporaneamente per fare cose diverse, tenendo in mente i cocktail che dovevo preparare; avere degli istruttori, che in rapida successione ti ordinano drink diversi è molto simile al turno in una postazione bar molto trafficata. L’unica differenza è che le facce cambiano di continuo e questo è ciò che rende il tuo turno più divertente.

my man is jack daniel

Jack Daniel’s.

Superare le proprie paure
Se mi fermo a dare un’occhiata indietro, posso dire di aver fatto cose , che mai avrei pensato di essere in grado di fare. Se qualcuno, ad esempio , mi avesse detto tre anni fa che avrei partecipato ad una competizione per la preparazione di cocktail, di sicuro sarei sbottata in una grassa risata. Ed invece, dopo aver preso la mano con il mondo dei cocktail, sono finita a gareggiare qualche settimana dopo l’inizio del mio corso EBS. Ero nervosissima e non so dire quante volte sia andata in bagno nell’attesa…ma quando è arrivato il momento ho tirato un gran bel respiro , mi sono calmata e, alla fine, mi sono classificata terza con il mio Mojito personalizzato One-Hot-Cooler.

abo competition

Åbo Open-drink concorrenza

E adesso vediamo che c’è dopo…
Considerando che ormai ho l’ossessione per i viaggi, penso di andare per un pò a girovagare nel Sud-est dell’Asia, provando a lavorare come batender oltreoceano. Viaggiare è tutta un’altra storia, quando hai la certezza che potrai fare soldi in qualsiasi posto ti trovi.

Vuoi verificare se nella European Bartender School c’è qualcosa anche per te? Guarda tra le nostre destinazioni, abbiamo scuole in tutto il mondo!