I barman professionisti possono creare dei cocktail incredibili, ma perché non godersi qualche cocktail nella comodità di casa propria? Anche se non disponete di utensili particolari, ci sono alcuni cocktail che tutti possono preparare a casa perché la ricetta ne prevede solo la “costruzione”.

Costruire un cocktail, diversamente dallo shakerare, scolare, mescolare, frullare o addirittura usare le fiamme, significa che si devono versare gli ingredienti nel bicchiere in cui verrà servito il drink. I diversi ingredienti potrebbero galleggiare l’uno sull’altro e quindi aggiungiamo uno stirrer, un apposito bastoncino per mescolare gli ingredienti.

1. Mojito

Tradizionale, molto rinfrescante e super facile da creare.

Con ingredienti facili da trovare come spicchi di lime, sciroppo di zucchero, foglie di menta, rum chiaro (bianco) e soda, il Mojito è super facile da prepare ed è un cocktail estivo che merita di essere preparato bene. Mettete alcune foglie di menta e gli spicchi di lime sul fondo di un bicchiere robusto. Poi, utilizzate un pestello (si può utilizzare anche il manico di un coltello da cucina) per spremere il succo applicando una leggera pressione per 5-10 volte sul fondo del bicchiere. Se si pesta troppo forte si rischia che la buccia del lime emani il succo amaro che contiene. Adesso riempite per 3/4 il bicchiere con del ghiaccio tritato, aggiungete lo sciroppo di zucchero, il rum chiaro e riempite il bicchiere con la soda. Il vostro lavoro è finito: usate alcune foglioline di menta per decorare e servite!

2. Moscow Mule

Un altro drink classico, conosciuto anche come Vodka Buck

Un gioco da ragazzi. Mettete la vodka e la ginger beer in un bicchiere highball riempito di ghiaccio. Aggiungete succo di lime. Mescolate delicatamente e decorate con una fettina di lime. Avete appena ricreato un pezzo della storia dei cocktail con un drink nato negli anni ’50. Pare che anche Oprah sia una grande fan del Moscow Mule!

3. Gin And Tonic

Perfetto da sorseggiare

Il Gin & Tonic trova le sue origini nell’era britannica coloniale e addirittura si pensava fosse un rimedio contro la malaria, cosa di cui parliamo in un altro blog. Super facile da preparare, un buon Gin & Tonic è costruito versando il gin sul ghiaccio che avete messo nel bicchiere highball. Poi versate la tonica e con uno spicchio di lime siete pronti!

4. The Screwdriver

Un altro cocktail servito nel bicchiere highball

Lo Screwdriver in tutta la sua semplicità, si porta dietro una lista infinita di possibili variazioni, come il “Sonic Screwdriver”, il “Dew Driver”, il “Mexican Screw” (sì, tequila!), lo “Slow Screw”, il “Comfortable Screw”, l’“Harvey Wallbanger”, l’“American Screw”, il “Royal Screw” e la lista continua con il succo d’arancia sempre presente, variazioni nel tipo di vodka e della sua quantità e una sfida sempre più grande nel trovare dei nomi fantasiosi. Indovinate cosa c’è in un “Slow Comfortable Screw Up Against the Wall”…

5. Cuba Libre

Quasi troppo semplice per essere considerato un cocktail

Il Cuba Libre è un cocktail servito in bicchiere highball, fatto di cola, lime e rum chiaro o scuro. Spesso ci riferiamo a questo cocktail come a un Rum e Cola, ma è sbagliato! L’ingrediente chiave è il succo di lime, che come EBS insegna, fa TUTTA la differenza. Riempite il bicchiere con del ghiaccio, aggiungete il succo di lime, il rum e aggiungete la coca. Decorate con una fettina di lime et volià! Delizioso!